LA SONATA PER PIANOFORTE E VIOLINO DA MOZART A FRANCK

Il programma che presentano – con parole e musica – Svetlana Tsoneva (violino) e Francesco Pasqualotto (pianoforte) fa luce sull’evoluzione della sonata per violino e pianoforte tra il Settecento e l’Ottocento. Mozart, di cui ascolteremo la sonata n. 21 K. 304, ebbe un ruolo decisivo non solo per la bellezza delle sue numerose sonate, ma anche perché ruppe con la tradizione del “basso continuo”.

Nessuno strumento è “al servizio” dell’altro, entrambi collaborano su un livello paritario facendo musica di alto livello. Beethoven prosegue il percorso iniziato da Mozart, aumentando però le caratteristiche “concertistiche” delle sue sonate. Se per Mozart l’ambiente era quello da camera in senso letterale, le Sonate di Beethoven già presuppongono un pubblico più ampio e degli esecutori professionisti. La sonata op. 23 è in questo senso molto significativa. Con Franck e la sua magnifica Sonata per violino si può dire che il percorso si concluda: possiamo parlare di una sinfonia per due strumenti, tanto è ampia la portata tecnica e musicale del brano, destinato a grandi sale (ma, ovviamente, godibile anche in sale piccole).

Gratuito per soci MaMu Cultura Musicale

Si richiede prenotazione


Aggiungi al tuo Calendario:

2022-02-26 17:00 2022-02-26 17:00 Europe/Rome BOOKCITY: LA SONATA PER PIANOFORTE E VIOLINO DA MOZART A FRANCK

Un Programma, parole e musica, con Svetlana Tsoneva (violino) e Francesco Pasqualotto (pianoforte) a cura di MaMu

MAMU Magazzino Musica, Via Soave 3 - Milano BOOKCITY MILANO segreteria@bookcitymilano.it false DD/MM/YYYY

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie